Con gli occhi sullo schermo

Con gli occhi sullo schermo

La comunicazione a una sola via nella contemporaneità social di Smithereens, secondo episodio di Black Mirror 5

La realtà del mondo contemporaneo è quella comunemente sperimentata da tutti – anche la tua che stai leggendo dal telefono un articolo condiviso sui social, anche la mia. Sei alla fermata del tram, ti annoi. Sei in coda allo sportello, ti annoi. La noia chiama i social, perché è la dopamina delle notizie, delle immagini, dei pareri, delle vite degli altri che...

Nomi che nascono dalle pietre

Nomi che nascono dalle pietre

Una riflessione sulla desaparición delle lingue indigene a partire da L'idioma di Casilda Moreira di Adrián N. Bravi

I boliviani parlano uno spagnolo piano, pulito, fermo di fronte alla melodiosa cantilena argentina e ai balletti bizzarri dei modismi cileni. Senza il vento dell’oceano che si porta via le parole, la lingua dei conquistadores è rimasta intatta, come protetta dalle montagne e incastonata nell’altipiano. Non ha subito influenze esterne, ma anche all’interno si è riversata...

Di letteratura e altre ossessioni: conversazioni con due grandi menti

Di letteratura e altre ossessioni: conversazioni con due grandi menti

Su Scuola di demoni, a cura di Carlo Mazza Galanti, e l'incontro con Michele Mari e Walter Siti a Torino

Scuola di demoni. Conversazioni con Michele Mari e Walter Siti (minimum fax, 2019), a cura del critico Carlo Mazza Galanti, mette uno accanto all’altro due dei più grandi scrittori italiani viventi: due poetiche all’apparenza diversissime, fantastica quella di Mari e realista quella di Siti, ma vicine nell’essenziale. Partendo da alcuni spunti scaturiti in sede di presentazione...

L'amore che osa

L'amore che osa

L'omosessualità nella letteratura e nella vita tra Oscar Wilde e Pasolini, Boy Erased e Chiamami col tuo nome

Non si è forse osservato abbastanza che il problema della libertà sensuale in tutte le sue forme è in gran parte un problema di libertà di espressione. Appare evidente come, di generazione in generazione, le tendenze e gli atti differiscono ben poco; ciò che invece cambia è l'estensione della zona di silenzio che li circonda o lo spessore degli strati...

Un certo sentimento di umanità

Un certo sentimento di umanità

Su La gente non esiste di Paolo Zardi, la conferma riuscita di una scrittura breve

Sgombriamo subito il campo: a mio parere Paolo Zardi è un ottimo autore di racconti, e questa sua nuova raccolta La gente non esiste (NEO Edizioni, 2019) lo dimostra a pieno. Ma cosa mi porta a questo elogio spassionato? Per rispondere cercherò di individuare alcune caratteristiche della sua scrittura in generale e dei racconti contenuti in questo libro in particolare. Già nei...

Sui figli del fiume giallo

Sui figli del fiume giallo

Le trasformazioni della Cina attraverso una storia di amore e malavita, nel film di Jia Zhangke

La Cina, nonostante le notizie più o meno cicliche che ci giungono, è un paese ancora misterioso per gran parte della popolazione occidentale: per le distanze geografiche e culturali che ci separano, per la sua vastità, per le diversità insite nel suo stesso territorio o per la rapidità con la quale è mutata sotto i nostri occhi, fino a diventare la più...