Perché il futuro dell’Europa si decide a Kiev

Perché il futuro dell’Europa si decide a Kiev

La guerra in Ucraina tra informazioni false, pacifismo d’accatto, le risposte dell’Ue e le critiche alla Nato

Giovedì 24 febbraio, tre giorni dopo aver riconosciuto le autodichiarate repubbliche filorusse di Donetsk e Luhansk, Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina. Per trovare un evento simile nella storia europea bisogna risalire alla fine degli anni Trenta, quando la Germania nazista avviò una feroce politica di espansionismo militare annettendo l’Austria (12-13...

Confessioni di un nipote

Confessioni di un nipote

Una storia di libri, miniere e francobolli tra il destino di Ippolito Nievo e quello di uno zio lontano dall’Italia

Nel marzo 1861 l’Italia stava per nascere. Ippolito Nievo, uno dei Mille assieme a Garibaldi, era rimasto a Palermo in qualità di ministro delle finanze della Spedizione. Mentre i borbonici di ieri cambiavano bandiera e battevano cassa, in Sicilia arrivava Giuseppe La Farina, inviato dall’ala conservatrice del parlamento con l’obiettivo di screditare i Mille e mettere fuori...

Perché l’assoluzione di Kyle Rittenhouse è giusta

Perché l’assoluzione di Kyle Rittenhouse è giusta

Sulla vicenda del 18enne che uccise due persone durante le proteste di Black Lives Matter e le colpe dei media italiani

Kenosha, Wisconsin, 23 agosto 2020. Una donna chiama il 911, in preda al panico perché il suo ex-fidanzato, sul quale da un mese pende un mandato di arresto per abusi sessuali e violenza domestica, si è presentato da lei e le ha rubato le chiavi dell’auto. Il ricercato si chiama Jacob Blake, ha 29 anni ed è afroamericano; la polizia riesce a fermarlo, ma l’epilogo...

Per futili motivi

Per futili motivi

Con la non discussione del ddl Zan il Parlamento ha perso l’ennesima occasione di allinearsi alla società

Mercoledì 27 ottobre il Senato ha approvato a scrutinio segreto la ‘non discussione’ del ddl Zan. Il provvedimento non potrà tornare in commissione prima di sei mesi, ma di fatto sembra destinato a morte certa. Dai banchi dei sovranisti sono partiti applausi scroscianti e schiamazzi di giubilo; dalle poltrone di Forza Italia, da tempo divisa sulla questione, si è vista...

Il virus a 5 stelle

Il virus a 5 stelle

Le derive della politica del Movimento tra le urla di Grillo e l'epidemia giustizialista che ha contagiato il PD

Qualche mese dopo il fatto, ora che la polvere è tornata a depositarsi a terra e il panorama è riapparso nella sua limpidezza, si può finalmente discutere del video che Beppe Grillo ha diffuso su internet il 19 aprile scorso. Questo il testo della pièce:   Mio figlio è su tutti i giornali come stupratore seriale insieme ad altri 3 ragazzi. Io voglio chiedere,...

La lunga notte di Ustica

La lunga notte di Ustica

Silenzi, bugie e depistaggi sul DC 9 dell’Itavia precipitato il 27 giugno 1980 al largo di Ustica

Alle 20:08 del 27 giugno 1980, con due ore di ritardo rispetto all’orario previsto, il DC 9 I-TIGI della compagnia Itavia decolla da Bologna, diretto a Palermo. Il volo, seguito dal radar di Ciampino, percorre regolarmente la rotta assegnata, la cosiddetta Aerovia Ambra 13, ma c’è subito qualcosa di strano: tutti i radiofari da Firenze in giù sono spenti, tanto che il pilota...

Tutti con Draghi

Tutti con Draghi

La fiducia (in)condizionata al governo di Mario Draghi fra illusioni, compromessi e speranze

Due mesi fa, quando da questo blog dichiaravo di bramare un futuro governo Draghi, non avevo la minima idea che il desiderio si sarebbe effettivamente realizzato. Tuttavia non era certo questo l’esecutivo che avevo in mente: nella mia ingenuità immaginavo un governo tecnico, con dicasteri affidati alla migliore classe dirigente del Paese, umiliata e offesa da decenni di cialtroneria al...

La cialtroneria al potere

La cialtroneria al potere

La crisi del Covid-19 ha dimostrato che l'Italia non è un grande paese e Giuseppe Conte non è un grande premier

Correva l’anno 2019 ed era la bella estate del governo gialloverde, quando il virus non c’era, la vita era più facile e si potevano mangiare anche le fragole. Mentre Capitan Salvini chiudeva porti e chiedeva pieni poteri in mezzo a tette e culi, l’allora ministro del lavoro altrui Gigi Di Maio inventava il ‘mandato zero’ entrando definitivamente nella storia. L’incanto...

Memorie da una terra di confine

Memorie da una terra di confine

Le frontiere spaesate di Trieste, Istria, Slovenia e Croazia a partire dalle pagine di Giuseppe A. Samonà

Mentre leggo La frontiera spaesata. Un viaggio alle porte dei Balcani (Exòrma Edizioni), curioso reportage sentimentale di Giuseppe A. Samonà dedicato a Trieste, Istria, Slovenia e parte della Croazia, mi viene in mente Carlo, uno dei miei bisnonni. È l’inizio del Novecento e siamo a Lussingrande, alias Veli Lošinj, una delle più belle isole dell’arcipelago...

La banalità dell’hashtag

La banalità dell’hashtag

La superficialità e la semplificazione delle battaglie etiche nei casi di Indro Montanelli e Silvia Romano

Quando un imperatore romano veniva condannato alla damnatio memoriae, il suo nome e il suo volto sparivano con sistematica maniacalità in ogni angolo dell’impero. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il monumento rimaneva: il vero sfregio era infatti rappresentato da quelle scalpellate che dovevano ricordare a tutti chi non doveva essere ricordato. Di qui il paradosso: la «condanna...