Come nasce il razzismo

Sul romanzo Questa sera è già domani di Lia Levi, la storia intima di come l'antisemitismo conquistò un popolo

Questa sera è già domani (Edizioni E/O) di Lia Levi è la storia di un confine da raggiungere, di una comprensione da ottenere per fare spazio alla memoria; la storia di come l’ordinaria quiete della vita borghese si trova ribaltata e incontra la sopraffazione e lo sconvolgimento. Nella vita della famiglia Rimon, in una Genova all’alba delle infami leggi...

La resistenza della memoria

Su Resto qui di Marco Balzano, la storia dimenticata del Südtirol tra fascismo e difesa territoriale

Sulle rive del Lago di Resia, a Curon Venosta, un piccolo comune trentino stretto fra la Svizzera e l’Austria, si può ammirare uno spettacolo unico e quasi sovrannaturale: la punta di un vecchio campanile dritta sul pelo dell’acqua, irreale come un ologramma. Fiabesco soggetto fotografico per distratti vacanzieri, con tanto di cartello “Photo web point”, quel campanile...

Sfidare il lettore

Storie di memoria e di resistenza. È questo il filo conduttore della cinquina del Premio Strega 2018?

Se il premio Strega, quest’anno alla sua LXXII edizione, mantiene ancora una funzione che vada oltre le polemiche precedenti alla kermesse del Ninfeo di Villa Giulia, la si può identificare nella sua potenzialità di rintracciare e definire ciò che più si legge e si pubblica in Italia di anno in anno. Suona allora emblematica questa cinquina: quattro storie di coraggio...

Forme d'odio e forme d'amore | Intervista a Michele Vaccari

La violenza della tradizione nel romanzo Un marito e nel mondo dell'editoria italiana

Firenze, Borgo San Frediano. È una sera di fine ottobre, e incontro Michele Vaccari alla libreria La Cité in cui di lì a poco presenterà Un marito. Con una sigaretta e una bevuta ci riprendiamo da una mezza giornata a Pistoia in occasione del festival L’anno che verrà, i libri che leggeremo, lui in veste di editor della collana Altrove che dirige per Chiarelettere...

Fagioli magici multicolore

Su Cereali al neon di Sergio Oricci, trip digitale nelle pieghe della mente

Apri Cereali al neon (effequ) e cerchi la trama. Una connessione narrativa tra i capitoli che si affollano uno sopra l’altro. Ci sarà un contesto, ti chiedi, una spiegazione d’intreccio all’esperienza gravemente distorta della realtà cui il libro ti costringe fin dall’inizio. Plexiglass, sassolini di musica elettronica, poligoni nudi. Usciremo da questo trip?...

Sul male oscuro

L'uomo che trema di Andrea Pomella e il male della depressione (letteraria e non) tra Berto e Foster Wallace

Tutto comincia col cattivo umore. Il malessere si fa poi più intenso, e si presenta ogni giorno assieme a un forte senso di oppressione e difficoltà a deglutire, fino a diventare insopportabile. Dopodiché, ti rendi conto che qualcosa non va: arriva la crisi, e ti costringe a chiedere aiuto. Pare che undici milioni di italiani soffrano di depressione: ognuno con la sua intensità,...