Il doppio rintocco della Campana

Il doppio rintocco della Campana

Dino Campana a Firenze e lo smarrimento dei Canti Orfici

Colpito fin dai quindici anni da un’acuta confusione di spirito, avvisaglia di un male che lo avrebbe gradualmente portato ad una cupa forma di follia, il marradese Dino Campana, poeta per elezione, si abbandonò giovane ad un frenetico ulissismo, «spinto − come afferma in alcune memorie − da una specie di manìa di vagabondaggio». Interrotti gli studi in...

Vandali, ma non barbari

Vandali, ma non barbari

La letteratura di un popolo da rivalutare

Per noi, ‘vandali’ sono coloro che distruggono, o perlomeno danneggiano, oggetti altrui. Sedici secoli fa, erano invece la popolazione più colta e raffinata fra quelle che ‘invasero’ l’Impero Romano d’Occidente. Quando e perché, allora, i Vandali divennero vandali? Nel 395, la morte di Teodosio I e la divisione dell’impero in Oriente e Occidente...

Il nomade d'amore

Il nomade d'amore

La poesia del primo Ungaretti, ponte fra due secoli

Nel 1916 esce a Udine, in 80 copie numerate, Il Porto Sepolto, prima raccolta poetica di Giuseppe Ungaretti. L’anno prima Ungaretti parte volontario per il fronte sul Carso, e si trova allora nel bel mezzo dei combattimenti. La pubblicazione del libro è resa possibile dall’interesse di Ettore Serra, giovane poeta e ufficiale dell’esercito, che Ungaretti conosce in uno dei...

Il tiranno

Il tiranno

Trasformazione e eversione politica negli Uccelli di Aristofane

Nel 431 a.C. tra Atene e Sparta scoppia la guerra cui Tucidide ha consacrato le sue Storie immortali: ne moriranno la democrazia attica e più tardi la stessa libertà delle póleis. Alla pace di Nicia del 421 seguono anni incerti: instabile per l’avvicendarsi al potere di un “partito della pace” e di un “partito della guerra”, nell’inverno...