Morire come Bobby Sands

Morire come Bobby Sands

Le parole dal carcere del martire del conflitto anglo-irlandese, tra gli Scritti dal carcere e Hunger di Steve McQueen

Se chiudo gli occhi posso vederlo lì, nel ventre di una cella dalla finestra oscurata. La luce di una lampadina cade dal soffitto, colpisce il suo corpo nudo, avvolto solo in una coperta, immerso nell’aria irrespirabile fatta di umori di urina, cibo putrido, escrementi che occupano gli angoli, insozzano le pareti. La schiena curva – se potessi scorrere le dita su quella schiena,...

Raccontare la violenza di genere

Raccontare la violenza di genere

Su Esercizi di fiducia di Susan Choi e i rischi di una “Letteratura del #MeToo”

A seguito del caso Weinstein e la nascita del movimento #MeToo si sta sempre più parlando di alcuni controversi argomenti riguardanti il rapporto uomo-donna: consenso sessuale, misoginia, abuso di potere maschile. Il ruolo dell’arte all’interno di questo dibattito ancora in corso è divenuto di rilievo nel momento in cui si è incaricata, come giustamente le compete,...

L’estetica dell’Antropocene

L’estetica dell’Antropocene

Antropologia del turchese di Ellen Meloy e la risposta sensoriale all'impatto umano sul pianeta

Leggo la raccolta di saggi Antropologia del turchese (Black Coffee, 2020), nella traduzione di Sara Reggiani, mentre sono stesa sull’erba del parco vicino casa, solitaria bolla verde incastonata tra grumi di palazzine color grigio topo. Il mio orizzonte cromatico è diviso in due parti: in basso lo smeraldo ingiallito di pioppi e frassini; in alto l’azzurro brillante del cielo...

Rapinarla con filosofia

Rapinarla con filosofia

“La Gang del pensiero” di Tibor Fischer tra ironia, paradossi e rapine a mente armata

Ho appena finito di leggere La Gang del pensiero (Marcos y Marcos, 2020) quando online, non ricordo più né come né perché, mi imbatto in un articolo della Repubblica uscito nel 2013 alquanto sorprendente: pare che una sera un paio di giovani russi, in fila a un chiosco di alcolici, si siano messi a parlare di Kant per ammazzare l’attesa. Una volta giunti allo scottante...

Trecento 2.0

Trecento 2.0

Su L'imitazion del vero di Ezio Sinigaglia, novella boccaccesca del nostro tempo tra amore e marchingegni

Ezio Sinigaglia torna in libreria con una novella di ispirazione boccaccesca che ricorda, soprattutto per il suo spirito libertino, quelle raccontate dal giovane Dioneo nel Decameron. Da qui, sovrapporre per analogia il contesto storico che incornicia l’opera di Boccaccio – la peste trecentesca – a quello che stiamo vivendo noi adesso è pressoché inevitabile, ma consola...

Confidenza di Domenico Starnone, un universo collaudato e senza sorprese

Confidenza di Domenico Starnone, un universo collaudato e senza sorprese

Il terzo romanzo, non pienamente riuscito, di un'ideale trilogia dello scavo interiore

La trama di Confidenza, ultimo romanzo di Domenico Starnone (Einaudi), è molto semplice: Pietro Vella, insegnante napoletano, sta vivendo una relazione tormentata con Teresa, sua ex alunna di vari anni più giovane di lui. Il loro è un amore dissipante, passionale, che lo stesso Pietro – narratore della prima parte del romanzo – definisce in incipit come «lava...

Contro l'ego e per il bene del testo: il mestiere dell'editor

Contro l'ego e per il bene del testo: il mestiere dell'editor

Intervista ad Alessandro Gazoia su editing, scrittura e gli ultimi lavori con minimum fax e 66thand2nd​​​​​​​

Pistoia, Biblioteca San Giorgio. È domenica mattina, l’ultimo giorno del festival L’anno che verrà, i libri che leggeremo. Nell’attesa della carrellata di incontri pomeridiani, durante i quali verranno presentati i romanzi in uscita prossimamente, ho finalmente l’occasione di incontrare l’editor Alessandro Gazoia e, una volta agguantato un tavolino nel giardino...

A spasso tra i capolavori del Novecento

A spasso tra i capolavori del Novecento

Il pantarèi di Ezio Sinigaglia e il suo viaggio letterario tra Proust e Joyce, Musil e Kafka, Svevo e Faulkner

Copertina color senape scuro, al suo interno un cerchio a sfondo bianco con dentro una macchina da scrivere, che dallo scaffale in libreria ti osserva con sguardo acchiappesco: va dritta al punto; din!, infine a capo. Prendi il libro, lo rigiri fra le mani, lo sfogli, ti casca l’occhio sulla bandella sinistra. Leggi: «Lettore ideale: chi ama la letteratura del Novecento e i suoi capolavori;...

L’ego come antidepressivo

L’ego come antidepressivo

Una critica a Serotonina di Michel Houellebecq

Nel saggio Perché Scrivo? George Orwell si propose di dare alla domanda indicata dal titolo la sua personale risposta, stilando un elenco di quattro motivazioni valide un po’ per tutti gli scrittori: entusiasmo estetico; puro egoismo; impulso storico; fini politici. Nella contemporaneità letteraria questa chiave di lettura può essere usata per osservare l’opera...

Essere o mangiare? Questo è il romanzo

Essere o mangiare? Questo è il romanzo

Su Chilografia di Domitilla Pirro, parabola di una vita attraverso la disperazione dei chili

Finalmente c’è un ottimo romanzo che dà voce a chi si ritrova tra le schiere delle grasse. Personalmente, ne avevo bisogno. Col diario vorace di Palla – che non cammina, ma rotola – la pinguedine come materia narrativa viene raccontata in modo talmente audace da riuscire a catturare anche l’interesse dei più scettici; lo conferma il fatto che il romanzo...