Referendum? Sono una testa di cazzo

Perché il dibattito non può essere civile

A giudicare da ciò che ho letto sulle bacheche dei social network, io sono una testa di cazzo (eccomi qui a fianco in tutto il mio fallico orrore). Un fallito. Un corrotto. Un colluso. Un amico dei poteri forti. Un servo dei petrolieri. Un paraculo. Uno senza futuro. Un poveretto senza senso. Un pecorone. Un ignorante. Uno a cui non frega niente della cultura e dell’ambiente. Un...

L'equivoco della natura

Sul perché la conquista dei diritti per gli omosessuali è una vittoria di civiltà

P { margin-bottom: 0.21cm; direction: ltr; widows: 2; orphans: 2; } «O natura, o natura / perché non rendi poi / quel che prometti allor? perché di tanto / inganni i figli tuoi?» si chiedeva Giacomo Leopardi nella lirica A Silvia, riassumendo in una domanda disperata un lavorio intellettuale complesso e troppe volte frainteso con la abusata etichetta del ‘pessimismo’,...

Il massacro della porta accanto

Srebrenica, 20 anni dopo: anatomia di una strage

Correva l’anno 1992 ed ero in prima elementare. Nel mio paesino di provincia, Cervignano del Friuli, a venticinque chilometri dal confine con uno stato che da pochi mesi stavamo imparando a chiamare ‘Slovenia’, la gente era in fibrillazione: erano arrivati «gli Jugoslavi». Per decenni la mia regione era stata la testa di ponte dell’Occidente contro il blocco comunista....

Lo sguardo al di là della strage

Il discorso di Alfano a Camera deserta e le reazioni dell'Italia dopo l'attentato a Charlie Hebdo

Dov’erano i professionisti delle dichiarazioni a giornali unificati quando il ministro Alfano, pochi giorni fa, riferiva in Parlamento in merito alla posizione dell’Italia nello scacchiere internazionale, dove spirano i venti del terrorismo? L’immagine della Camera semideserta in un momento così delicato è la dimostrazione della totale inadeguatezza di questa classe...

Io, crudele amante della carne e della scienza

Il carnismo, la ricerca e i casi di Elena Cattaneo e Caterina Simonsen

Carnismo. Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche è un libro del 2011 scritto dalla psicologa americana Melanie Joy. Non esiste ancora un’edizione italiana, ma su Facebook c’è una pagina a tema, dove si possono leggere inserzioni di questo tipo:   Le ideologie dominanti e violente come il carnismo si mantengono in vita utilizzando strategie...