Giusto terrore

Il nuovo libro di Alessandro Gazoia a cavallo tra terrorismo islamico e Anni di piombo

Il terrore di cui parla Alessandro Gazoia è quello che ogni lettore europeo può attendersi da un libro che esca nel 2018 e s’intitoli Giusto terrore. L’autore non ci tiene a smentirlo e apre il primo capitolo con l’immagine di una delle più terrificanti delle esecuzioni a cui, dal 2014, lo Stato Islamico ha abituato il pubblico mondiale. Quest’immagine,...

Il discorso del primo ministro

Come il cinema ha trasformato Winston Churchill in Adolf Hitler

Smorfia, papillon, sguardo accigliato; sigaro, cappello, sorriso beffardo; sorriso beffardo, dita a «V» di vittoria e cappello, con sigaro o senza: è Winston Churchill. L’uomo che guidò la Gran Bretagna durante la Seconda guerra mondiale è una delle icone più riconoscibili della politica del Novecento. Proprio per questo, misurarsi con la sua figura dev’essere...

Il dio del complotto

Come il complottismo ha ridotto il caos della realtà alla semplicità di un disegno ordinato

La natura e l’uomo ci hanno spesso riempiti di incertezze: sulle tante mappe del mondo e della società che abbiamo tracciato rimanevano sempre degli spazi bianchi. Escludendo il soprannaturale dalla comprensione della realtà, la scienza moderna ci ha permesso di padroneggiare larghi tratti del mondo naturale e lo stesso si può dire, per il mondo politico e...

I disaster movie sono la fine del mondo

Viaggio nel cinema di Roland Emmerich, regista di Stargate, Independence Day, Godzilla, The Day After Tomorrow e 2012

Forse non avete mai sentito nominare Roland Emmerich, ma avete sicuramente visto uno dei suoi film. Certo, se alcuni di noi si sono risparmiati la visione di The Day After Tomorrow (2004), 10.000 A.C. (2008) o 2012 (2009), film di Emmerich come Stargate (1994), Independence Day (1996) e Godzilla (1998) hanno lasciato il segno nell’immaginario collettivo: ne è prova un successo al botteghino...

L'Islam e noi

Conversazione sull'Islam tra Europa e Medio Oriente con Francesca Borri e l'imam Izzedin Elzir

Il difficile rapporto tra Occidente e mondo musulmano è da anni al centro di un’infinita spirale di discussioni: ultima ma non ultima la polemica sulla bufala della bambina di 9 anni data in sposa a un trentacinquenne, piccola sintesi di tutto un insieme di problemi mediatici, politici e culturali. Ma al di là delle strumentalizzazioni, la questione rimane, autentica e fondamentale....

Sovrascrivere la storia

Rivivere il passato coi videogame, da H.G. Wells a Age of Empires e Total War

Nel 1939 lo storico olandese Johann Huizinga pubblicò Homo ludens, in cui sosteneva che «la civiltà umana sorge e si sviluppa nel gioco» e tentava di mostrare come il gioco sia una forma a sé della vita, irriducibile alle antitesi classiche tra vero o falso, bene o male. Il gioco di Huizinga si presenta non come la vita vera, ma come «un allontanarsi da quella...

101 anni di orientalismo

Bernard Lewis e le responsabilità degli studiosi nello scontro di civiltà

Chi era Bernard Lewis? O meglio chi è e perché può essere l’uomo del secolo? Questo grande studioso dell’Islam e del Medio Oriente, infatti, è nato nei sobborghi di Londra il 31 maggio del 1916 da una famiglia ebraica ed è tuttora in vita nella sua casa di Princeton, New Jersey. Oggi, nel giorno del suo 101esimo compleanno, ne ricordiamo vita e miracoli...

Le origini arabe di Robinson Crusoe

Il padre del romanzo inglese Daniel Defoe e le influenze arabe del suo capolavoro

Molte generazioni si sono ritrovate nei desideri e nei bisogni, nelle situazioni che grandi autori della tradizione letteraria dell’Occidente moderno hanno vincolato a certi personaggi intessendone le storie, anch’esse esemplari. In questo panorama spicca certo Robinson Crusoe. Oltre che dal rapido succedersi delle edizioni successive alla prima, uscita nell’aprile del 1719,...

#Brexit e altre distopie

La Gran Bretagna distopica del cinema e delle lettere nel giorno del referendum

Parigi distrutta, Mosca e Washington in fiamme, Tokyo sotto epidemia, e Bruxelles, Hong Kong, Berlino, Jakarta, New York, Roma, Shangai, Caracas, Città del Messico, Ginevra, Seul, Boston in pezzi. «Il mondo è collassato», recita lo spot televisivo che scorre sull’autobus in apertura de I figli degli uomini, «only Britain soldiers on». Soltanto la Gran Bretagna...

Dal profondo del cuore

Storia di William Harvey e della scoperta della circolazione sanguigna

Nel 1627 William Harvey, già medico del St. Bartholomew’s Hospital e physician-extraordinary to the king, fu nominato per la terza volta censore del College of Royal Physician of London. Egli aveva il compito di verificare che i candidati all’ammissione fossero degli ortodossi seguaci dell’antico Galeno, eppure l'anno dopo pubblicò un libro che, annunciando la scoperta...