Pieces of a Woman di Kornél Mundruczó

Pieces of a Woman di Kornél Mundruczó

con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Ellen Burstyn, Molly  Parker, Sarah Snook, Benny Safdie

Boston, 17 settembre. Sean (S. LaBeouf) sta lavorando alla costruzione di un ponte in un cantiere ed esprime ad alta voce un desiderio: vorrebbe che la figlia fosse la prima a passare su questo nuovo ponte. Martha (V. Kirby) si trova invece in ufficio e ha appena preso il congedo di maternità. Poco dopo i due andranno a ritirare un’auto famigliare pagata da Elisabeth (E. Burstyn), la...

Scrivere grande cinema

Scrivere grande cinema

Mank e la vitale insondabile importanza degli sceneggiatori cinematografici, da Flaiano e Guerra a Jack Fincher

Quando si parla di cinema, rare volte ci si concentra su quello strano oggetto che è la sceneggiatura: se è buona, si tende quasi a darla per scontata, magari soffermandosi sulla riuscita della storia raccontata o dei dialoghi; al contrario, se non lo è, si va alla ricerca delle falle e delle incongruenze, le cui colpe non sono sempre da attribuire al copione: perché in...

Il ruggito animalesco di Toni Ligabue

Il ruggito animalesco di Toni Ligabue

La vita e la pittura di Ligabue in Volevo nascondermi di Giorgio Diritti

La pianura padana è un posto magico, quasi mitologico, o almeno così è percepita dai lettori di Gianni Celati, Ermanno Cavazzoni, Daniele Benati, i cui bizzarri personaggi si muovono in un territorio sterminato e sempre uguale a se stesso: sarà anche per questo, vien da dire, che diventano un po’ matti, così diversi dal comune consorzio umano. Prima di questi...

A proposito di Woody

A proposito di Woody

La vita, gli amori, i film e le accuse di molestie nell'autobiografia di Woody Allen

«Non vorrei mai far parte di un club che contasse tra i suoi membri uno come me», dice Alvy Singer/Woody Allen in Io e Annie (1977). Ho provato anch’io a far mia questa battuta: me la sono imposta come una regola. Ma dall’adolescenza in poi sono divenuto parte dei fan di Woody Allen, che non un è club esclusivo con delle tessere da prendere, intendiamoci. Però...

Cronaca di una distruzione

Cronaca di una distruzione

La travagliata vicenda editoriale de La distruzione, romanzo del 1970 con un narratore nazista

Nel 1970, Mondadori fece uscire La distruzione, un romanzo con un narratore dichiaratamente nazista, il cui autore portava un nome che pareva uno pseudonimo: Dante Virgili – che in precedenza aveva comunque firmato con un falso nome, Dean Blackmoore, ben ventiquattro romanzi western per ragazzi. In un’epoca di quasi totale egemonia culturale del PCI, un testo del genere era potenzialmente...

Un burattino d'autore

Un burattino d'autore

Sul Pinocchio di Matteo Garrone e le visioni letterarie e cinematografiche del burattino di Collodi

“Ma nel 2019 ancora non si sono stancati di ‘sto Pinocchio?”, si domanda lo spettatore di fronte all’ennesimo adattamento. La perplessità è legittima, come del resto lo è sempre quando si ha a che fare con una storia portata innumerevoli volte sullo schermo, ma è anche vero che il burattino di Collodi, nato prima a puntate tra il 1881 e il 1882 e...

Tra i fantasmi della Prima Repubblica

Tra i fantasmi della Prima Repubblica

Il regno dei fossili di Davide Orecchio, storia di Albina e del destino che la lega a Giulio Andreotti

«Il giorno che morirà Andreotti finalmente gli toglieranno la scatola nera dalla gobba e finalmente sapremo come è andata a finire». Era il 1994 quando Beppe Grillo, all’epoca ancora soltanto un bravo comico, pronunciò questa battuta. Giulio Andreotti morirà diciannove anni dopo, portando con sé anche la scatola nera e tutti i segreti di Stato custoditi...

Con gli occhi del detective privato

Con gli occhi del detective privato

Motherless Brooklyn e l'omaggio di Edward Norton ai grandi investigatori del cinema e della letteratura

C’è stato un periodo, tra la fine degli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila, in cui Edward Norton veniva considerato – a ragione – uno degli attori americani più promettenti della sua generazione. Del resto, parliamo di uno che a poco più di trent’anni aveva già collezionato una serie di ruoli magistrali in film di spessore: dal balbuziente...

Sui figli del fiume giallo

Sui figli del fiume giallo

Le trasformazioni della Cina attraverso una storia di amore e malavita, nel film di Jia Zhangke

La Cina, nonostante le notizie più o meno cicliche che ci giungono, è un paese ancora misterioso per gran parte della popolazione occidentale: per le distanze geografiche e culturali che ci separano, per la sua vastità, per le diversità insite nel suo stesso territorio o per la rapidità con la quale è mutata sotto i nostri occhi, fino a diventare la più...

Innovarsi sempre, maturare mai

Innovarsi sempre, maturare mai

Sui Fratelli Michelangelo di Vanni Santoni

I fratelli Michelangelo (Mondadori, 2019) è un libro di cui si sta parlando molto, e c’è chi ne ha parlato come dell’opera della maturità di Vanni Santoni: affermazione senz’altro vera, ma solo in parte. Guardando alla sua produzione precedente, ci si rende conto di quanto lo scrittore toscano avesse già compiuto, sebbene con testi meno estesi, un...