Il corpo del papa

Il corpo del papa

Sic transit gloria caeli

Benedetto XVI doveva essere un papa di transizione. Un teologo insigne, ma un uomo tutto sommato incolore, buono per una Chiesa spossata da un papa Wojtyla troppo a lungo malato e in cerca di tempo per riorganizzarsi. Un papa strumentale, quindi, che parlava di sé come di «un semplice ed umile lavoratore nella vigna del signore» e già si lasciava sfuggire preoccupazioni oggi...

Cinque stelle, centodieci deputati

Cinque stelle, centodieci deputati

Il Movimento cinque stelle esce vittorioso dalle elezioni. Adesso, che fare?

Eccolo, il paladino delle masse, il liberatore dei popoli oppressi dal giogo dei poteri forti. Eccolo, Beppe Grillo, che ora si compiace del successo ottenuto sfruttando la disperazione. Un successo spesso sottostimato, svalutato, persino deriso da un poco avveduto D’Alema, incapace di figurarsi i risultati che il Movimento cinque stelle oggi è riuscito a raggiungere. Eppure, un successo...

Generation 0

Ballata di sdegno e riprovazione nei confronti della generazione dei miei genitori

Qualcuno, un signore che sicuramente sedeva diversi gradini sopra chi scrive in un'ipotetica scala d'intellettualismo, odiava gli indifferenti. Nelle sue parole spicca più di ogni altra una frase, seta ricamata su sfondo di pietra: “odio gli indifferenti perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti”. Chi scrive, per lo stesso motivo, novantacinque...

Fermare il declino (del partito)

Fermare il declino (del partito)

Scandalo: la cultura economica di Giannino non è confermata da una laurea

Lui afferma che ci sia un aspetto molto “funambolico-dadaista” nel farsi vanto di titoli di studio mai conseguiti. Ma forse anche un po’ naïf, e un po’ barocco. Oscar Giannino è costretto a togliersi la maschera di insigne economista dal cofondatore del suo movimento, Luigi Zingales, che rassegna le proprie dimissioni in segno di protesta, dopo avere appurato che...

Molto rumore per nulla

Molto rumore per nulla

Della vaghezza, ovvero come non tradire gli elettori e vivere felici

Improvvisamente, si assiste ad un disordine discreto, una composta e delicata indefinitezza che avvolge il panorama politico italiano. Ad una settimana dalle elezioni, il leitmotiv è l’incertezza. Un’incertezza pregnante, che distoglie l’attenzione dai problemi del Paese, che con il loro incombere sul quotidiano risultano un’ingombrante eredità che rischia di...

Un'eco del niente

Io se fossi Dio maledirei davvero i giornalisti e specialmente tutti                      che certamente non son brave persone       e dove cogli, cogli sempre bene         Che dire dei giornali? Pullulano ogni dove: sui tavoli dei bar, sui treni, sui...