Vermeer e Hopper, due cavalletti con obbiettivo

La pittura e la sua ispirazione fotografica, musa e impressione della realtà

Jan Vermeer ed Edward Hopper, solo a nominarli, appaiono come due pittori assai lontani, dal punto di vista cronologico – l’uno visse nel Seicento, l’altro a cavallo tra Ottocento e Novecento – e come tecnica e stile dei quadri, ma se solo osserviamo con occhi più attenti i loro dipinti sarà possibile notare un’ispirazione comune, la fotografia, musa concreta...

Let's dance

La danza nella cultura e nell'arte, dalle sculture di Skopas ai dipinti di Matisse

In pittura, l’approccio accademico ci induce a soffermarci maggiormente su opere legate al mondo storico o religioso, e solo in un secondo momento su situazioni non ufficiali, che vengono comprese meglio quando esprimono una critica politico-sociale, o sono comunque corredate di significati allegorici che le sublimano. Ecco che, fra questi «temi secondari», trova spazio la danza:...